Arte Cronaca In evidenza Siena

Picnìc sulle scale di una chiesa. Pallai: “Rosso ha fatto bene. Indecoroso e irrispettoso”

David Busato
Written by David Busato
Dopo il nostro articolo sul picnìc sulle scale di San Vigilio, l’opinione dell’Assessore al Turismo, Sonia Pallai.
Siena. Una foto “storica” per certi versi. Un picnìc, con tanto di fornello, di turisti francesi il giorno del Palio sulle scale della Chiesa di San Vigilio, a pochi passi da Piazza del Campo. Merito del portavoce di Fratelli d’Italia, Lorenzo Rosso, che ha immortalato la scena. Isiena, se ne è occupato, ieri, con l’articolo dal titolo “Quel picnìc sui gradini di una chiesa. Rosso: “inopportuno” (http://www.i-siena.it/2015/08/quel-picnic-sui-gradini-chiesa-rosso-inopportuno/).
Sonia Pallai, Assessore al Turismo del Comune di Siena, interpellata in merito, ha così risposto: ” Che dire, assolutamente inopportuno. E ha fatto bene il Sig. Rosso ad invitarli ad andare via e tenere un comportamento più decoroso. Banchettare con tanto di pentola davanti ad una chiesa è indecoroso e irrispettoso. Non si tratta di distinguere tra turisti ad alta capacità di spesa, o meno, ma di turisti (persone) educate o meno. Lo scarso decoro ed i pessimi comportamenti che soprattutto in estate (ovvero nel periodo di massimo flusso turistico) avvengono in tante città o località balneari è reale, vedere persone che fanno il bagno nelle fontane come ogni tanto si vede in tv.. Questi comportamenti, non possono essere giustificati, accadono soprattutto quando c’è una sproporzione tra il numero dei turisti ed il numero dei residenti, anche se ogni tanto l’inciviltà non è solo dei turisti. Vedere già imbrattati con la bomboletta i totem nuovissimi delle biciclette, è irrispettoso e incivile. Di questi tempi, dovremmo riappropriarci di relazioni vere (invece che virtuali) e di un maggiore senso civico. Noi con la reintroduzione degli spazzini in piazza del campo o nelle zone del centro, abbiamo migliorato “il senso” dell’ordine, le persone quando li vedono sono più attente e rispettose dell’ambiente che li circonda. Le due guardie sempre presenti davanti a palazzo limitano i bivacchi. Appena riusciremo ad introdurre una cartellonistica e le segnalazioni adeguate (alla quale stiamo lavorando, speriamo veda presto la luce) la comunicazione in questo senso sarà migliorata. L’aver introdotto il materiale che stampiamo con le buone regole, il messaggio Unesco e di trattare la piazza come un “salotto” abbiamo sicuramente fatto passi avanti rispetto al passato”.
David Busato

About the author

David Busato

David Busato

Giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze Politiche e Documentazione e ricerca storica (entrambe a Siena). Docente. Collaboratore di Primapagina Chiusi, Lettera 43 e Qui Siena. Il suo motto, non originale, è "Fai quello che devi, accada quello che può...".