Attualità e Politica Interviste Siena

Uniti per Siena. Vittori:”Riportare la Politica tra i cittadini”

David Busato
Written by David Busato

Uniti per Siena nel panorama politico senese. Intervista a William Vittori

Siena. Uniti per Siena, lista civica nata da poco tempo, dopo le note polemiche, espulsioni e quant’altro, in casa leghista, si è sin da subito calata nell’agone politico. Abbiamo fatto qualche domanda a William Vittori, esponente del movimento.

1) Uniti per Siena. Vostre idee ed intenzioni

Uniti per Siena è stato fondato da me insieme ad altri amici per cercare di riportare la Politica nel vero luogo dove deve esistere:sul territorio in mezzo ai cittadini.Credo che molti oggi confondono la vera essenza del fare Politica in Italia con quella,che molti politicanti dimostrano, basata sull’arrivismo e sul “potere” che molte poltrone offrono.Per me invece la Politica è il mezzo con cui difendere i più deboli,ovvero i cittadini,e il territorio in cui viviamo.Uniti per Siena è un progetto che si basa proprio sul risolvere i problemi del territorio di Siena senza stare a guardare alle Politiche Nazionali ma basandoci sui reali problemi che la nostra città sta vivendo,ora più che mai,negli ultimi anni.Ci stiamo gia muovendo su molti fronti e giorno dopo giorno troviamo persone che la pensano come noi e si aggregano al progetto che essendo apartitico racchiude varie linee di pensiero ma tutte unite per far tornare Siena al livello che le spetta.Credo che punti come sicurezza,viabilità,lavoro,turismo,case popolari,Monte dei Paschi,per fare alcuni esempi,devono essere prioritari per la nostra città e non passare in secondo piano.Noi ascoltiamo i problemi dei cittadini e cerchiamo di risolverli, siano questi personali o della comunità tutta.Il nostro impegno è di cercare di fare poche chiacchere e molti fatti.Quindi chiunque avesse dei problemi può contattarci sulla nostra pagina Facebook e cercheremo di risolverli.

2) Dopo ultime vicende Lega ed in vista del prossimo Congresso, potreste rientrare?

Per quanto mi riguarda considero il rapporto con questa Lega Nord Siena finito.Come ben sai nei mesi scorsi son stato declassato da Militante e,pur avendo vinto il ricorso,non ho rinnovato la tessera entro i limiti stabiliti dal Partito.Credo che il far fuori tutti coloro che cercavano di lavorare sul e per il territorio non abbia portato molto giovamento alla nuova classe dirigente della Lega a Siena visto difatti il mancato rinnovo di tessere da parte sia di Sostenitori che di Militanti che ha causato una vera emorragia di consensi sia a Siena città che in tutta la provincia.Il 17% preso alle Regionali se non alimentato con proposte ed interventi seri sul territorio, e non solo di propaganda, tenderà a calare vertiginosamente perchè i cittadini riconoscono bene chi promette e chi lavora.Purtroppo anche la Lega di Siena si stà appiattendo sulla destra e noi,che abbiamo sempre puntato a fare Politica sociale vicina ai cittadini, non accettiamo che il lavoro fino ad ora svolto sia buttato alle ortiche per strategie di Partito avulse dal territorio.

3) Movida, sicurezza. Le vostre proposte

Per quanto riguarda la cosiddetta movida che è un tema centrale nelle discussioni di oggi specialmente per i fatti avvenuti in Pantaneto (ma anche in altri luoghi della città come i giardini della Torre) ci stiamo muovendo cercando di creare un tavolo tra tutte le parti in causa (residenti,commercianti,studenti,amministrazione) per cercare un confronto diretto tra di loro e vedere se è possibile un “accordo” per far si che la stuazione migliori per tutti.Perchè se da una parte è giusto che i giovani si divertano, è altresì giusto che i residenti non subiscono situazioni a loro poco consone.Sul pratico credo che sia le telecamere sia una patente a punti per i locali,coadiuvata da più controlli, potrebbero essere un primo deterrente,bisognerebbe però che il tutto venisse applicato dall’Amministrazione Comunale e non solo promesso.Qui mi riallaccio anche al discorso sicurezza che a sentore dei cittadini viene sempre meno visto i casi sempre più frequenti di furti in appartamento (anche in centro nelle ore pomeridiane) ,di aggressioni e di molestie che non possono essere più tollerate in una città civile come Siena.Credo che ci vogliono più controlli preventivi su chi arriva o alloggia nella nostra città,un controllo del territorio più accurato e una certezza della pena senza guardare in faccia a nessuno.Crediamo che le regole vadano rispettate da tutti.Purtroppo come sappiamo le Forze dell’Ordine non dispongono di mezzi e sostegni adeguati e per questo esprimiamo piena solidarietà a loro per il grande lavoro che stanno comunque facendo sul nostro territorio.

4) La foto di Neri di oggi ed il suo progetto politico. Un commento

Penso che la foto di Eugenio Neri deve essere interpretata come un confronto Politico tra varie forze di opposizione instaurato,credo,per un fine comune sulla città.Se il fine comune è quello di rimettere in piedi Siena senza pensare al proprio orticello Politico e quindi creare un progetto dove i punti programmatici non siano politicizzati ma bensì atti a risolvere i veriproblemi della città senza basarsi sulle Politiche Nazionali,ben venga.Quello che deve fare l’opposizione Civica a Siena è collaborare assieme per trovare un’alleanza,la più ampia possibile,per riuscire a vincere il Comune nell’esclusivo interesse di Siena e i suoi cittadini.Se riusciamo a fare questo senza guardare al passato di ognuno o agli interessi personali che qualcuno potrebbe avere credo che ci siano le basi per un buo progetto alternativo ai Partiti che purtroppo non possono essere autonomi ma devono sottostare ai vertici Regionali o Nazionali.Per finire Uniti per Siena manifesta piena solidarietà a Eugenio Neri per il livoroso e improprio attacco personale fatto lui dai vertici di Forza Italia di cui sinceramente non capiamo il motivo.

About the author

David Busato

David Busato

Giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze Politiche e Documentazione e ricerca storica (entrambe a Siena). Docente. Collaboratore di Primapagina Chiusi, Lettera 43 e Qui Siena. Il suo motto, non originale, è "Fai quello che devi, accada quello che può...".