Attualità e Politica In evidenza Interviste Siena

Siena. Politica. Intervista a Laura Sabatini

David Busato
Written by David Busato

Siena. Momento politico particolare anche a Siena. Abbiamo fatto qualche domanda alla dott.sia Laura Sabatini

1) Rinvio a giudizio Valentini. Un commento
Il rinvio a giudizio del Sindaco Valentini per le questioni del Campo di Baseball di Castellina Scalo, nel Comune di Monteriggioni, ė un’ulteriore piaga dolente ed una pagina ingloriosa anche per Siena e per i suoi i cittadini.
Per chi, come me, è un rappresentante dei cittadini elettori, il disagio è molto forte, e senza entrare nel merito della questione legale, deputata  agli organi competenti, ritengo necessario fare alcune considerazioni di carattere politico.
Considerato:
-che lo Statuto ed il Codice Etico del Pd, il partito di Valentini, stabiliscono regole ben precise;
-che questo partito si è dato, o meglio ha “auto-prodotto” regole che dovrebbero essere applicate per tutti i suoi iscritti e non solo per Valentini;
– che se si tratta solo di frasi scritte, bianco su nero, tanto per fare…, allora è evidente che in questo partito il livello interno di democrazia e di garanzia del rispetto del diritto statutario è pressoché NULLO;
– che, poiché, nel Pd nonostante lo Statuto ed il Codice Etico, nessun dirigente locale, regionale e nazionale, ha speso una parola né contro, né a difesa di Valentini,
questo mi fa pensare che la situazione che si sta delineando potrebbe risultare comoda per il partito del primo cittadino, tanto comoda da determinarne un suo ritiro dalla competizione elettorale del 2018.
Io sono una sostenitrice delle “garanzie costituzionali del cittadino” e, come tale, ritengo che la magistratura dovrebbe sempre fare “velocemente” il suo percorso per stabilire e/o ristabilire la legalità e la verità, non solo in questo caso!
Ma, in una città già molto provata per tutte le note vicende, un fatto come questo non fa che generare nei senesi un’ulteriore insicurezza e sfiducia verso la “res pubblica”, proprio per la considerazione che la massima autorità comunale, il Sindaco, è stato rinviato a giudizio per “falso in atto pubblico”.
Dal punto di vista umano, comunque, auguro al Sindaco ed alla città, che possa dimostrare la sua innocenza, sarebbe un bene per tutti!
Dal punto di vista politico continuo a ritenere, come già dichiarato in altre occasioni, inadeguata la guida politica di questa città, compreso Sindaco e la sua giunta.
Dal punto di vista etico, sinonimo anche di morale, credo che il Sindaco non deve cedere “nè all’ambizione, nè all’opposto, all’inerzia“, come diceva Democrito nel IV secolo a.c.!

2) Secondo lei ci saranno ripercussioni nella maggioranza?

2) Mi dispiace, ma questa domanda deve porla ai consiglieri della maggioranza, io e Trapassi siamo stati da subito all’opposizione e lo abbiamo detto con molta chiarezza.
Posso, però, dirle che trapelano pesanti lotte intestine all’ interno della maggioranza e dello stesso Pd, ma quando si tratta di lasciare il potere, a cui sono da troppo tempo abituati, penso che sapranno ingoiare anche il più amaro dei bocconi!
3)  Le piace il progetto di Neri?
3) Neri per ora, secondo me, non ha fatto un vero e proprio progetto, si è riproposto insieme ad alcune liste civiche e penso stia portando avanti una sua strategia di costruzione di un’alternativa al dominio del Pd in quesa città.
Credo che tutto sia ancora in costruzione, quindi è molto prematuro dare giudizi, l’importante è che si ragioni con saggezza ed avvedutezza, riuscendo a superare vecchie ruggini ed intemperanze.
4)… e quello di Pierluigi Piccini?
Piccini, anche in questo caso secondo me, ha prodotto o forse ha tentato di fare, un ragionamento politico confrontandosi con vari soggetti come  Scaramelli e Valentini.
A volte il confronto ha raggiunto toni abbastanza accesi, come riscontrato dai media!
Anche se a me non piace, per definizione, l’incontro-scontro, penso che quando si vanno ad affrontare temi che riguardano il passato, anche recente, è importante che ognuno e ciascunoprovi a portare il suo contributo ed il suo chiarimento.
Conoscere il passato, per costruire il futuro è di fondamentale importanza!
Questi scambi di opinioni sono, comunque, utili e  possono contribuire ad evitare che non si ripetano  gli errori del passato!

5) Suo bilancio dopo 4 anni di consiglio

5- Il giudizio che Lei mi chiede dopo 4 anni di consiliatura, purtroppo, non è positivo!
Il Sindaco Valentini, fin dall’inizio del suo mandato ha mantenuto, con me e Trapassi, un atteggiamento di emarginazione, perché completamente focalizzato ed appiattito sulle esclusive posizioni del Pd e di Siena Cambia, di fatto governata da Mancuso.
Come più volte, io e Trapassi abbiamo messo in evidenza, quasi nulla di quanto promesso nel programma di Siena Cambia è stato mantenuto.
Ci scontrammo subito sulla questione del limite del 4%, che noi volevamo mantenuto e che Valentini con la sua maggioranza non votò.
Neppure l’annunciato “Libro Bianco” ha mai scritto e, neppure la sua nota dichiarazione …”non avrò mai pace fino a che non verrà fuori la verità (sulla banca e fondazione)”… ha mai trovato  uno sbocco!
6) Come immagina la Siena del dopo elezioni 2018?
Più che immaginare, mi auguro per Siena che con il  2018 inizi un nuovo cammino, basato sul lavoro stabile e non precario, sulle opportunità per i giovani e  con una guida politica che sappia attuare con realismo i bisogni effettivi della città e del suo territorio, abbandonando le clientele e senza affrontare voli pindarici.
David Busato

About the author

David Busato

David Busato

Giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze Politiche e Documentazione e ricerca storica (entrambe a Siena). Docente. Collaboratore di Primapagina Chiusi, Lettera 43 e Qui Siena. Il suo motto, non originale, è "Fai quello che devi, accada quello che può...".