Attualità e Politica Comunicati Stampa Siena

Figlia picchiata perché rifiuta velo e Corano. La nota del Movimento Nazionale per la Sovranità

David Busato
Written by David Busato
Siena. Riceviamo e pubblichiamo:”In merito al recente fatto di cronaca avvenuto a Siena noi come movimento nazionale per la sovranita intendiamo esprimere la nostra vicinanza alla minore che è stata aggredita contro ogni violazione delle leggi italiane e senza il rispetto per la donna.
Giova ricordare l’accaduto che sia di esempio per evitare altre storie così,e avere il coraggio di denunciare.
Al suo rifiuto di sottostare a quanto disposto dal padre,che le imponeva tra l’altro
il velo, la lettura del corano e l’apprendimento della lingua araba,veniva picchiata tanto da mandarla all’ospedale. E al ritorno dal pronto soccorso niente scuse, ma nuove prescrizioni: le imponeva di leggere il Corano. La furia di un kosovaro di 38 anni, residente nella provincia di Siena, è stata fermata soltanto quando le compagne di classe della minore hanno sporto denuncia
così, si segnalano  quattro gravi casi di ragazzine minorenni ridotte a vittime dei propri genitori, diventati aguzzini in nome di una visione fondamentalista della propria religione. Chi, come la presidente Boldrini,anche oggi invoca l’urgenza di una legge per regalare la cittadinanza italiana a centinaia di migliaia di immigrati si dovrebbe aprire una seria riflessione sul fallimento del loro modello di integrazione, un modello basato sullo su diritti senza doveri, un modello che sta fallendo. Non si può svendere la cittadinanza per favorire un’integrazione che non c’è e che molto spesso gli immigrati rifiutano,noi invece vogliamo che al centro ci sia il cittadino italiano e le imprese italiane dobbiamo restituire la sovranità ai nostri cittadini e imprese per questo continueremo a perseguire questo scopo,l’italia prima agli italiani.

About the author

David Busato

David Busato

Giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze Politiche e Documentazione e ricerca storica (entrambe a Siena). Docente. Collaboratore di Primapagina Chiusi, Lettera 43 e Qui Siena. Il suo motto, non originale, è "Fai quello che devi, accada quello che può...".