Istruzione ed Università Siena

“Elisioni Permanenti”. Un itinerario fotografico contro la violenza di genere

David Busato
Written by David Busato

Gli studenti dell’I.P.S.S.C. “G. Caselli” visitano la mostra fotografica letteraria nel luogo della Memoria.

Siena. Riceviamo e pubblichiamo:”Nei giorni scorsi le classi quinte dell’Istituto I.P.S.S.C. “G. Caselli” di Siena hanno visitato la mostra fotografica letteraria “Elisioni permanenti” di Niccolò Kirschenbaum presso “Le Stanze della Memoria” in via Malavolti 9. L’itinerario fotografico, accompagnato dai testi del poeta Federico Romagnoli, dell’artista Daniele Sasson e della Dott.ssa Laura Mattei, responsabile delle Stanze della Memoria, tratta il tema della violenza di genere in modo non comune ed assolutamente originale.  “La scelta del luogo e dei richiami che in esso si possono avvertire è stata senz’altro opportuna ed intenzionale” – ha spiegato agli studenti il fotografo Niccolò Kirschenbaum. “Le Stanze della Memoria, tra l’altro, – ha sottolineato la Dott.ssa Laura Mattei, raccontando quanto le stanze di via Malavolti 9 siano state testimoni delle sevizie fasciste negli anni 1943-1944 – sono fortemente simbolici per ciò che vi è accaduto e diventano, dunque, contenitori significativi ad ospitare la mostra “Elisioni permanenti”, rappresentazioni di violenza del passato e del presente che non devono cadere nell’oblio della storia e nella routine della quotidianità.”

Al termine del percorso museale gli alunni hanno riportato su alcuni postit pensieri ed emozioni, suscitate dalle immagini fotografiche e dalle stanze. Queste parole, divenute un collage emozionale e poetico, sono state presentate sabato 16 gennaio in occasione della rappresentazione treatrale “Desdemona al buio” della compagnia Aresteatro.

La visita alle Stanze della Memoria dà inizio ad un percorso di riflessione cui seguiranno altre attività a cavallo del 27 gennaio, mese della Memoria.

Ufficio Stampa – I.P.S.S.C. “G. Caselli”, Siena

Filomena Cataldo – Angela Corbini

About the author

David Busato

David Busato

Giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze Politiche e Documentazione e ricerca storica (entrambe a Siena). Docente. Collaboratore di Primapagina Chiusi, Lettera 43 e Qui Siena. Il suo motto, non originale, è "Fai quello che devi, accada quello che può...".