Attualità e Politica Interviste Siena

Politica. Intervista a Francesco Giusti

David Busato
Written by David Busato
Siena. Tutto come previsto. L’esito della mozione di sfiducia di due giorni fa al Sindaco Valentini era stato ampiamente previsto dalla Lega. Abbiamo fatto qualche domanda a Francesco Giusti:

1) Esito mozione. Tutto come previsto

1)      Tutto come ampiamente previsto. C’è stata troppa fretta e molto, molto poca strategia politica nel gestire questa situazione, facendola diventare un caso nazionale con l’intervento di Beppe Grillo sul suo blog. Così i grillini sono riusciti a ricompattare il PD, che ora potrà tranquillamente governare e far riaffiorare le proprie divisioni interne il prossimo anno. Era o non era questo quello che voleva lo Scaramelli? D’altronde c’è chi giustamente ha fatto notare che tra gli animatori del Movimento Cinque Stelle a Siena vi sono quelli che, ai tempi del voto sull’assestamento di bilancio del giugno 2012, cercarono di salvare Ceccuzzi ed al ballottaggio del 2013 non misero tutto il loro impegno contro Valentini. La storia, forse, si ripete?

2) “Outing” di Neri su Facebook. Un commento.

2)      Credo che Eugenio, facendo certe affermazioni, sia ben conscio di quello che dice. D’altronde è sempre stato lui quello che ha detto che era opportuno dialogare con gli uomini di Ceccuzzi per far cadere il Sindaco. Nulla di nuovo, insomma. Interessante è l’analisi sull’inopportunità politica di presentare da parte dei grillini la mozione di sfiducia nelle modalità con le quali è stata presentata, facendone, come ho già detto, una questione nazionale: in questo Neri concorda con me.

3) Valentini ora veleggia tranquillo?

3)      Valentini non veleggia, vivacchia sulle spalle della Città. E’ evidente che le forze di sinistra hanno fallito, con Valentini prima e Scaramelli poi, il tentativo di proporsi come forza di rinnovamento nel modo di governare il territorio. L’Amministrazione di Valentini, che ha illuso molti senesi come ha fatto lo Scaramelli, è palesemente priva di una benché minima visione amministrativa, incapace com’è di dare un futuro a questa città. Fin dall’inizio del suo mandato amministrativo è stato sotto scacco di chi ha gestito la Città e le sue istituzioni nel decennio della vergogna, che ha portato la nostra Siena alla rovina. Andrà avanti, navigando a vista, alla giornata, senza imprimere alcuno slancio che possa dare al territorio una benché minima ripresa.

4) Vostre proposte e futuro.

4)      Come Lega lavoreremo con le forze del tavolo dell’alternativa (che ha visto protagonisti i Consiglieri Corsi e Bianchini, Impegno per Siena, Forza Italia e Fratelli d’Italia, oltre alla Lega, per rafforzare un’alternativa credibile in questo territorio, presentandoci coesi e forti alle prossime elezioni comunali, con la volontà di presentare liste con punti programmatici unitari, con lo scopo di convergere assieme alla rinascita della Città. Siena ha bisogno di una svolta, in nome di quell’alternanza che non ha mai conosciuto.

About the author

David Busato

David Busato

Giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze Politiche e Documentazione e ricerca storica (entrambe a Siena). Docente. Collaboratore di Primapagina Chiusi, Lettera 43 e Qui Siena. Il suo motto, non originale, è "Fai quello che devi, accada quello che può...".