Attualità e Politica In evidenza Siena

Politica. Porcellotti: “Si continua a guardare troppo agli equilibri del passato”

David Busato
Written by David Busato
Intervista al consigliere comunale di maggioranza
Siena. Dicembre tempo di bilanci, anche politici. Abbiamo fatto qualche domanda a Gianni Porcellotti.
1) Consiglio comunale, che anno è stato, secondo il tuo giudizio, quello che si sta per chiudere?
Nel 2015, così come per gli anni precedenti, molto lavoro è stato messo in campo per normalizzare il bilancio di una città che ancora è alla ricerca della sua normalità dopo aver vissuto per molti anni al di sopra delle sue reali possibilità. Purtroppo ancora non si vede uno spiraglio di luce concreto per mettere in campo azioni in grado di ridurre la pressione fiscale a carico dei cittadini così come ritengo opportuno un impegno maggiore per avere una visione organica di una città proiettata nel futuro da attuare attraverso una nuova visione urbanistica in grado di coniugare la nostra storia e le nostre tradizioni con idee innovative capaci di attrarre energie nuove e sconosciute fino ad oggi, ma anche risvegliare tante situazioni cittadine che nel tempo si sono appiattite o peggio atrofizzate. Esistono problemi di mobilità in alcune aree della periferia e soprattutto le note criticità del centro storico che riguardano essenzialmente il funzionamento e la tutela della ZTL cosi come il carico/scarico delle merci. Il Regolamento Urbanistico che scade ad aprile 2016 può rappresentare una delle tante occasioni, anche perchè iniziative puntuali sulla città, anche se valide, rischiano di produrre risultati perdenti se non inserite in un programma di visione ampia, partecipata e condivisa.
2) Un anno in cui è circolata spesso la parola cambio di passo…
Si è vero, spesso si sente parlare di appelli al “cambio di passo”, oramai la frase è diventata uno slogan. E’ facile parlare di cambio di passo appellandosi al lavoro altrui, ma in realtà di personaggi politici e di amministratori in grado di imprimere un accelerazione nel fare le cose sono abbastanza rari.
3) Come sta la maggioranza? Come giudichi gli ultimi movimenti in consiglio?
La diminuzione dei numeri dei componenti le commissioni consiliari ha di fatto costituito un problema per la validità delle sedute stesse, impedendone a volte il loro normale svolgimento. Dagli ultimi articoli apparsi sulla stampa e da alcuni movimenti che si possono notare nell’aula consiliare si può leggere che gli equilibri sono mutati rispetto al 2013. Certi assestamenti o movimenti possono anche rientrare nella normalità, purchè non rappresentino il posizionamento di piccoli gruppi di potere o di personalismi, questo non farebbe bene alla politica ed alla città che chiede chiarezza e persone normali alla guida della politica senese. A questo punto il Sindaco dovrebbe verificare i componenti della sua maggioranza e soprattutto, con coraggio e con un ragionamento chiaro a viso aperto tutti insieme, dovrebbe arrivare alla soluzione migliore per una Città che ha bisogno di un governo credibile in momento di crisi come questo.
4) Un tuo giudizio sull’incontro Piccini-Scaramelli
Tra Scaramelli e Piccini non si è trattato di un incontro ma di un confronto aperto, sicuramente i presenti non si sono annoiati e credo che Scaramelli abbia dimostrato di poter e saper stare insieme ed in mezzo alle gente con semplicità ma anche con idee chiare.
5) Come sta Siena rispetto ad un anno fa?
Come sta Siena rispetto ad un anno fa? sempre uguale, non ci sono stati cambiamenti di passo (per essere originale), si continua a guardare troppo agli equlibri del passato…

David Busato

 

About the author

David Busato

David Busato

Giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze Politiche e Documentazione e ricerca storica (entrambe a Siena). Docente. Collaboratore di Primapagina Chiusi, Lettera 43 e Qui Siena. Il suo motto, non originale, è "Fai quello che devi, accada quello che può...".